Eventi

Xbox One, l’evento di lancio all’Antro dei Draghi (Palermo) e foto

40 Visualizzazioni

20131122_180006

La Next-Generation è qui. Ieri è stato il gran giorno d’esordio della Xbox One di Microsoft, e noi de IlVideogioco.com abbiamo partecipato all’evento organizzato dall’Antro dei Draghi a Palermo toccando con mano una parte del futuro videoludico (l’altra, almeno per noi europei, la potremo ammirare venerdì prossimo con l’uscita della PlayStation 4 di Sony, ndr), ammirandone la qualità grafica grazie a Ryse: Son of Rome.

PRIME IMPRESSIONI GENERALI

Sembra che effettivamente il futuro dei videogiochi, o almeno una parte di esso, sia arrivato. Ryse: Son of Rome ha mostrato i suoi muscoli, le sue sfumature, la sua violenza, la sua beltà tecnica.
Grafica ed animazioni ci fanno subito capire che siamo su un nuovo pianeta, una nuova dimensione dell’intrattenimento videoludico. La prima impressione è quella di giocare all’interno di un filmato full motion. E già questo è un dato non indifferente. Per farla breve: immaginate le scene di intermezzo che spesso vediamo nei videogiochi. Sono filmati in computer grafica come voi saprete. Bene, immaginate di poterle giocare e l’idea dovrebbe esser chiara.
Non solo grafica ma anche tante sfumature: i volti, le loro espressioni, sono di qualità incredibile. E poco importa che Ryse sia nativamente a 900p. Crytek a nostro avviso ha fatto un gran lavoro tecnico e lo si vede anche dagli effetti particellari, luci, ombre, schizzi di sangue (il gioco è molto splatter), ma anche gli spruzzi delle onde del mare sono rese al meglio. Il gameplay è supportato dal confortevole pad che mette subito a proprio agio i giocatori.
Davvero ottimo il controller wireless di Microsoft che permette un adattamento immediato ed alla lunga non stanca.

ASPETTO CONSOLE E NAVIGAZIONE

Tanto denigrato sul web, possiamo dire che tutto sommato non è male. Lo scatolone lucido nero ha un suo perché ed acceso ha un suo fascino. Lo stesso Kinect 2.0 (che presto proveremo), fa parte dell’arredamento.
Andiamo alla navigazione dei menu, piuttosto semplice ed a prova di bimbi. Immediata la risposta della console e tante le funzionalità (molte ancora da attivare) presenti. Xbox One è facile da utilizzare grazie all’interfaccia del tutto simile a quella di Windows 8.

CONSIDERAZIONI

Il passaggio dalla vecchia alla nuova generazione c’è ed è evidente. A livello grafico la differenza si vede. E confermiamo che tutte le discussioni sulla potenza grafica, o del processore o dell’insieme grafico sono praticamente sterili.
Tutte fini a se stesse e senza validi motivi. Certo, ci potranno essere delle differenze tra Xbox One e PlayStation 4 ma potrebbero essere minime e comunque non tali da poter scatenare discussioni inutili. La differenza potrebbe risiedere nei servizi offerti.
Tornando ad Xbox One, siamo certi che possa offrire tanti momenti di divertimento. Ryse è stato un assaggio.

L’EVENTO E LE FOTOGRAFIE

La “Prima” di Xbox One è stata accompagnata all’Antro dei Draghi da un evento cosplay. Abbiamo visto Super Mario, ma anche alcuni personaggi di Mortal Kombat: Scorpion, Kitana, e Strker con tanto di testa di Johnny Cage. Nondimeno erano presenti Chu Li di Street Fighter e Bayonetta.
Detto questo, vi lasciamo alle fotografie del nostro buon Antonio Patti, organizzatore dell’evento.

 

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento