Articoli

The Order: 1886, gli autori spiegano la visione alternativa della Londra neo-vittoriana

86 Visualizzazioni

the-order-1886 header a

Come in molti già saprete, la Londra alternativa sarà il palcoscenico di The Order: 1886, esclusiva dai toni decisamente steampunk in fase di sviluppo su PlayStation 4.
Dal PlayStation Blog americano apprendiamo alcune notizie supplementari per un focus sul gioco di cui ancora si sa pochino ma che potrebbe – in molti lo dicono – essere il primo capitolo di una serie dedicata.
Ru Weerasuriya  amministratore e direttore creativo di Ready at Down Studios, la software che sta realizzando il titolo, ci offre lo scorcio di una Londra neo-vittoriana in The Order: 1886. Una città che sembrerà familiare a tutti nella quale tutti i progressi in campo tecnologico, come abbiamo già avuto modo di vedere, sono stati decisamente più ampi di quanto avvenuto nella storia reale.
Uno degli esempi principali è l’avvento dell’energia elettrica in tutta la città, ben prima di quanto accaduto realmente. Le lampade a gas sono sostituite da luci elettriche di strada. Ovunque si vada, si può sentire il ronzio di energia elettrica che attraversa la città.
Si legge dal PlayStation blog la visione degli autori per l’ambientazione di The Order: 1886:

“Il sistema di metropolitana di Londra è presente nella nostra versione del mondo, ma è molto più avanzato di quanto non fosse nella vita reale. Esistono anche alcune sezioni del sistema sopra il suolo tra gli edifici in tutta la città. Linea elettrica per le strade rende alcune zone di Londra simili a Times Square”.

Si parla anche dello skyline di Londra.

“L’altro grande cambiamento di cui sarete testimoni è nello skyline di Londra. Anche se i luoghi familiari come il Big Ben, St. Paul ed il Tower Bridge sono presenti, l’orizzonte è interrotto da torri di avvistamento. I loro proiettori scansionano costantemente la città ed il cielo. L’altro cambiamento nello skyline è la presenza di torri d’ormeggio per i dirigibili. In The Order: 1886, Londra è sorvegliata giorno e notte da uno squadrone di dirigibili chiamati Sentinelle”.

E viene spiegato come mai si sia raggiunto un così alto grado tecnologico:

“Questi cambiamenti sono il risultato della nostra rivoluzione industriale, del genere umano a prendere il sopravvento in una guerra secolare. L’umanità ha ora accesso alle armi avanzate, come ad esempio un fucile che può sparare elettricità. Ci saranno anche dei comunicatori per dialogare col resto della squadra. Sarà possibile utilizzare armi avanzate (si parla di razzi e lanciafiamme, o giù di li), ma anche di armi tradizionali con la classica polvere nera…”.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento