Articoli

Baldurs’s Gate 3, nel 2008 era ad un passo dalla realizzazione

17 Visualizzazioni

Baldur's Gate

La serie ruolistica Baldur’s Gate è sempre stata una delle più apprezzate dagli appassionati. In molti sperano ancora nell’arrivo di un terzo capitolo e le acque si sono smosse dopo la pubblicazione del remake in alta definizione e con diverse aggiunte, ossia della Enhanced Edition per opera di Beamdog.
Bene, dalle pagine di Kotaku, è stato reso noto poco fa che il progetto per Baldur’s Gate 3 stava per entrare in fase di sviluppo quattro anni fa. A parlare alle pagine del noto sito è Feargus Urquhart, numero 1 di Obsidian Entertainment che rileva alcuni dettagli e retroscena interessanti.

“Stavamo parlando con Atari, nel 2007, ci chiesero se volevamo fare Baldur’s Gate 3 – dice Urquhart – risposi di si a patto che fossero convinti del progetto. E loro mi dissero cosa volessi dire”, risposi che ci saremmo stati se avessero stanziato un vero budget. Che non poteva essere 10 milioni di dollari, bensì 20 o 25 milioni. Aggiunsi anche che se lo volevano fare veramente il gioco, avrebbero dovuto darci un budget come si deve. Ciò che BioWare avrebbe per fare un Mass Effect. Una cosa concreta”.

A quanto pare, Atari diede il benestare e nei primi mesi del 2008 cominciarono le fasi preliminari dei lavori. Urquhart spiega di aver passato assieme al suo team oltre 100 ore di lavoro per stilare il progetto di base, e a fine 2008 si era già negoziato il contratto con Atari, pronto per essere firmato.
Il publisher però cominciò a temporeggiare, e poco dopo Atari Europe fu venduta a Namco Bandai, e il produttore che aveva lavorato a stretto contatto con Obsidian fu licenziato. In parole povere il progetto andò a farsi benedire.

“E dire – ricorda l’alto dirigente Obsidian – che il gdr su Aliens era stato annullato e quindi avrei avuto tante persone a disposizione per la realizzazione del terzo capitolo di Baldur’s Gate”.

Il fatto è che non si trattava della prima volta: Baldur’s Gate 3 era già stato cancellato nel 2003, quando gli studio Black Isle (creatori originali della serie) si erano sciolti e molti dipendenti erano andati in Obsidian.
Ovviamente, in chiusura, si è parlato di un possibile ritorno alla carica di Obsidian. Urquhart si è detto disponibile anche se stanno lavorando a Project Eternity, nuovo gdr finanziato con Kickstarter, ma se sarà richiesto da Trent Oster (con cui sono in ottimi rapporti) e Beamdog loro ci saranno.

Fonte: Kotaku

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento