Articoli 1

Xbox 360 al bando negli Usa?

22 Visualizzazioni

Nubi all’orizzonte per Microsoft. Un giudice della commissione americana International Trade, David Shaw, che si occupa del contenzioso tra il colosso di Redmond e Motorola, ha suggerito il bando negli Usa del modello Xbox 360 S da 4gb e 250gb.
La console violerebbe quattro brevetti depositati da Motorola. Nondimeno, è stato chiesto a Microsoft di pagare una cauzione pari al 7% delle Xbox 360 invendute negli States. Le violazioni riguardano la decodifica dei video, tecnologia che apparterrebbe a Motorola.
Dal canto suo, Microsoft, vede questa decisione come un danno al pubblico perché lascerebbe il consumatore solo due pozioni di acquisto di console casalinghe: PlayStation 3 e Nintendo Wii.
Obiezioni respinte dal giudice perché queste motivazioni non possono ledere i diritti sulle priorità intellettuali nonché affermando che Sony e Nintendo sarebbero in grado di soddisfare la domanda extra.
Un brutto colpo per Microsoft che ha chiesto una riduzione della cauzione al 2,5%, mentre Motorola va giù di brutto e continua a domandare un rimborso del 100% del valore delle Xbox 360 ancora nei magazzini. La palla passa ora all’International Trade, che può scegliere di accogliere o rifiutare la richiesta del giudice.
In quest’ultimo caso, la parola andrà direttamente al presidente Usa, Barak Obama, che avrà 60 giorni per decidere. Poi si andrà in Appello. Il caso è scoppiato a novembre del 2010.
Da Redmond potrebbero cominciare a tremare visto che in Germania, la corte regionale di Mannheim ha sentenziato sempre in favore di Motorola. Microsoft è stata giudicata  colpevole di aver infranto brevetti Motorola oltre che con Xbox 360 anche con Windows 7, Internet Explorer e Windows Media Player.

Ti potrebbero interessare

1 Commento

Lascia un commento