Articoli 1

Anonymus vuole attaccare nuovamente Sony

19 Visualizzazioni

L’astio di Anonymus contro Sony non si è ancora placato. Questa volta i pirati informatici vogliono agire perché la multinazionale giapponese supporta il Sopa, acronimo di “Stop Online Piracy Act”, una proposta di legge presentata recentemente alla camera dei Rappresentanti statunitense che prevede la liberà di azione legale da parte dei detentori di copyright nei confronti di siti e network rei di diffondere il materiale coperto da diritti.


Una legge, quella americana, giudicata da diverse parti restrittiva, poco chiara ed in grado di autorizzare da parte di chi ha i diritti, una sorta di censura incondizionata.
Si rischia dunque una nuova rappresaglia mentre i gli utenti PlayStation 3, PSP (ed ora anche quelli PS Vita, almeno in Giappone) sperano che il gruppo non sferri un altro attacco al PSN come quello della scorsa primavera che spense i server ed il gioco online  annullando per una quarantina di giorni, il gioco online e mettendo a rischio i dati sensibili di milioni di clienti Sony. Il PlayStation Store ritornò operativo i primi di giugno.
Nel frattempo vi lasciamo al nuovo video col messaggio pubblicato anche su YouTube dove troviamo anche il testo (in lingua inglese) che segue.

Hello, SONY.
We are Anonymous.

It has come to the attention of the Anonymous activist community that you have chosen to stand by the Stop Online Piracy Act. This act will halt online businesses and restrict access to many sites for many users. Supporting SOPA is like trying to throw an entire company from off a bridge. Your support to the act is a signed death warrant to SONY Company and Associates. Therefore, yet again, we have decided to destroy your network. We will dismantle your phantom from the internet. Prepare to be extinguished. Justice will be swift, and it will be for the people, whether some like it or not. Sony, you have been warned.

To those doubting our powers. We’ve infiltrated the servers of Bank of America, The United States Department of Defense, The United Nations, and Lockheed Martin. In one day.

For their approval to SOPA, we have also declared that our fury be brought upon the following persons. Justin Bieber. Lady Gaga. Kim Kardashian. and Taylor Swift.

Operation Blackout, engaged.
Operation Mayhem, engaged.
Operation LulzXmas, engaged.

We are Anonymous.
We are Legion.
We do not forgive.
We do not forget.
Supporters of SOPA, you should’ve expected us.

Ti potrebbero interessare

1 Commento

    Lascia un commento