Articoli

BioWare parla degli abbonamenti mensili e del Free-to-play per i vecchi giochi

28 Visualizzazioni

Ray Muzyka e Greg Zeschuk, cofondatori di BioWare, parlano degli abbonamenti mensili e della loro necessità per avere un mmorpg di altissimo livello, qualitativo e quantitativo (evidentemente). Lo fanno durante un’intervista al noto sito Joytiq. Ovviamente, i due difendono il classico modello dei pagamenti (i canoni mensili) applicato per Star Wars: The Old Republic, ultima loro fatica, che ha debuttato su pc lo scorso 20 dicembre.


Entrambi, poi, spiegano come l’idea che il Free-to-play possa sostituire gli altri modelli per i giochi online sia “ridicola” perché senza investimenti non si può riuscire ad arrivare ai livelli raggiunti da The Old Republic.
Tuttavia, BioWar ha un team al lavoro su un Free-to-play mentre Muzyka ha accennato che questo metodo potrebbe andare bene per far rinverdire alcuni vecchi giochi. A fine articolo, Joystiq menziona Jade Empire. Presto ne potremmo sapere di più.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento