News in breve 2

Mojang-Bethesda, il caso Scrolls si discuterà in tribunale

21 Visualizzazioni

Niente singolar tenzone a Quake tra Markus Persson e Bethesda. La diatriba su Scrolls, nome del gioco in corso di sviluppo da Mojang capitanato da Persson si risolverà in un aula di tribunale.
Il caso è nato, appunto per il titolo usato dagli svedesi per il loro futuro gioco di carte da collezione. Scrolls (che vuol dire incantesimi, ndr) non andrebbe bene a Bethesda perché sarebbe (secondo il colosso nordamericano) legato al marchio The Elder Scrolls.
L’annuncio l’ha fatto lo stesso Persson, fondatore del piccolo team indipendente famoso per Minecraft, via Twitter.
In verità, non c’erano molte speranze di evitare il tribunale. Persson ci aveva provato in estate sfidando i rivali a Quake. Bethesda non ci ha pensato su e sarà un giudice ed una corte a decidere chi avrà ragione.

Ti potrebbero interessare

2 Comments

  • Assurdo. E’ come intitolare un libro “ANELLI” e viene la Tolkien Enterprise a minacciare di tribunale perché esiste “Il Signore degli Anelli” X°D

    Oppure: qualcuno si sveglia e decide di riesumare il brand “ACTUA SOCCER” e la Konami porta tutti in tribunale perché “soccer” appare in “Pro Evolution Soccer”.

    Secondo me, questa volta, Bethesda, ha proprio esagerato. Che pensino a fare videogiochi, piuttosto che atteggiarsi a grande “maestra del diritto d’autore”.

Lascia un commento