Articoli

Il porting di Torchlight su Xbox 360 è stata una sfida

4 Visualizzazioni

 

Per Max Schafer, capo di Runic Games, la conversione di Torchlight su Xbox 360 non è stata per niente agevole.
L’action gdr in stile Diablo, dopo aver avuto successo su Pc è ormai vicino all’arrivo anche su Xbox Live Arcade nel corso di quest’anno ma ancora in data da stabilire.
Per gli sviluppatori è stata una vera e propria sfida soprattutto per l’adattamento di un gioco da sempre legato al Pc ed alla riconfigurazione dell’interfaccia mouse-tastiera ai controller della console.

“Abbiamo sempre voluto giocare Torchlight o Diablo stando sul divano – ha detto Schafer a Gamasutra – ognuno ha la sua teoria e i suoi progetti su come trasportare questo genere di giochi ma, finché non ti ci trovi in mezzo, davvero non puoi sapere come funziona”.

La soluzione migliore per venirne a capo, secondo Runic, è stata la prova e la riprova di diverse soluzioni fino alla giusta configurazione per poter godere del gioco sulle console. In ogni caso, Schafer non vuole sbilanciarsi più di tanto.

“Siamo un po’ emozionati, a noi è sembrato un ottimo gioco quando lo abbiamo provato. Ci sono dei ragazzi in ufficio che preferiscono addirittura giocarci su Xbox adesso, e questo significa che abbiamo trovato delle giuste soluzioni a quanto pare”

 

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento