Nord & Sud

 

La guerra (videogiocata, s’intende, ndr) non è mai stata così divertente. Almeno prima del suo avvento. Nord & Sud della Infogrames, pubblicato nel 1989 per Amiga, Atari St, Commodore 64 ed altri computer e console ad 8 e 16 bit, è uno strategico a turni contornato da una forte dose di humor e piccoli tocchi di classe che lo hanno reso unico nel suo genere. Il gioco è ispirato al fumetto belga “Les Tuniques Bleues”.

 

IL MENU D’AVVIO

Uno degli aspetti più comici (e memorabili) di questo gioco è il pannello d’avvio in cui si scelgono i livelli di difficoltà, la fazione con cui combattere, la lingua di gioco, e la presenza o meno degli elementi di disturbo come i temporali o l’attacco degli indiani o dei messicani. Ad ogni selezione veniva accoppiata un effetto sonoro o un jingle molto comico. Ad esempio, scelta la lingua partiva una parodia del corrispettivo inno nazionale.

 

 

Nord & Sud in caricamento, si vede lo stile grafico ed il riferimento al fumetto Les Tuniques Bleues

 

 

LE SORTI DEGLI USA NELLA GUERRA DI SECESSIONE

Nord & Sud è ambientato nel diciannovesimo secolo, durante la guerra di secessione (1861-1865) tra gli stati dell’Unione (Nord) e quelli della Confederazione (Sud). L’obiettivo, naturalmente, è quello di superare la fazione opposta conquistando tutti i territori della mappa che nel gioco viene rappresentata in stile Risiko.
Il gioco è a turni (corrispondenti ad un mese) durante i quali ogni giocatore può scegliere il posizionamento e la gestione delle truppe. L’esercito è composto da tre unità: fanteria, cavalleria ed artiglieria. La truppa standard è composta da 6 fanti, 3 cavalieri ed un cannone ed è espandibile fino al triplo del numero originale.

 

 

La mappa degli Usa su Amiga, sta arrivando un treno carico d'oro...

 

 

STRATEGIA ED AZIONE SI FONDONO

C’è molta azione in Nord & Sud. Oltre a vincere le battaglie campali su diversi tipi di terreno (prateria, prateria con fiume e canyon desertico) per conquistare i territori, muovendo manualmente le proprie truppe, si ha la possibilità di conquistare oro assaltando le 4 linee ferroviarie e territori attaccando i fortini.
Assaltando il treno si affronta un mini gioco nel quale chi attacca controlla un soldato che dovrà arrivare alla locomotiva per prendere il bottino. Non sarà facile: trappole, nemici ed il tempo saranno i nostri ostacoli. Il giocatore in difesa ha, infatti, un certo numero di soldati a propria disposizione per bloccare il tentativo.
L’altro mini gioco consiste nel conquistare il forte. Il procedimento è identico, ma se verrà issata la propria bandiera nel fortino lo Stato sarà conquistato.

 

 

uno dei terreni del campo di battaglia. Il punto dolente di Nord & Sud

 

 

VARIE, EVENTUALI E CAROLINA DEL NORD

Per dare “pepe” al tutto, sono stati inseriti alcuni elementi di disturbo opzionabili nel menù d’avvio. Il temporale vaga casualmente per la mappa e se incontra un’armata la obbliga a stare ferma per un turno. I confinanti, invece, possono attaccare a casaccio le armate piazzate nei forti più occidentali. I pellerossa in Iowa e Kansas ed i messicani in Texas daranno grane non indifferenti. Ultima componente esterna è la nave che arriva ogni 3 o 4 turni e porta un’armata di rinforzo al giocatore che controlla la Carolina del Nord.

GRAFICA DISCRETA MUSICA DIVERTENTE

Il comparto tecnico di Nord & Sud è standard. La grafica verte quasi esclusivamente su una bella e colorata mappa degli Stati Uniti. Presenti anche gli intermezzi animati in cui si nota lo stile del fumetto da cui è tratto il gioco. Discreta anche nei mini-giochi, il titolo perde quota nelle battaglie dove i dettagli sono davvero latenti. Il sonoro è uno dei punti forti della produzione francese. Effetti ottimi e musichette evocative risultano divertenti. Buona la giocabilità e la longevità. Non sarà breve terminare Nord & Sud e comunque ci sono motivi per rigiocarlo una volta concluso.

CONCLUSIONI

Nord & Sud è un gioco apprezzabile e riesce nel difficile compito di sdrammatizzare la guerra. Dal punto di vista tecnico, si difende bene su tutti i fronti, tranne che nelle battaglie campali davvero scadenti. Peccato.
Per il resto, è un classico. Divertente da giocare e da spulciare al punto da rigiocarlo più volte anche se finito per il piacere di godersi qualche dettaglio in più.

PREGI

Aspetti grafico buono. Vario e giocabile. Non male dal punto di vista strategico. Comparto sonoro indimenticabile

DIFETTI

Pecche pesanti a livello grafico durante le battaglie campali.

GLOBALE 8/10